fabio Ortodonzia
12 Feb 2016

Sembra un controsenso ma non lo è!

Da un idea di un collega odontotecnico americano, ho riprodotto e modificato un espansore rapido del palato rimovibile che, dopo piccole modifiche proposte dal Dr. G. Perinetti -Assegnista di ricerca Università di Trieste-, è ora disponibile in maniera efficace ed efficiente.

  
Esso rimane perfettamente in posizione con tutte le sue caratteristiche di rigidità ma, al bisogno, può essere rimosso perché non risulta saldo-brasato alle bande.

Il sistema è molto utile negli espansori tipo Haas per esempio perché ad ogni controllo, il clinico può sfilare, detergere la parte in resina che si appoggia sul palato e reinserire l’espansione in pochi secondi.

   
Sulla banda sinistra munita di tubo triplo, si crea un sistema a molla, data da un filo lavorato con un laminatoio che permette di avere l’estremità piatta ed elastica rispetto al resto del filo che rimane tondo e rigido.

 
Il filo interno, reso piatto, ha un contatto intimo e preciso sia con la superficie palatale dalla banda che con le superfici palatali dei denti sui quali è poggiato.

  
Sulla banda destra invece, si genera un chiavistello che passa per il tubo per teo e che serve per differenziare e per creare la rotazione del dispositivo durante la fase di rimozione.

Quali vantaggi?

  • Rimovibile
  • Alcun uso di frese per la rimozione
  • Alcuna rimozione di bande per togliere il rep
  • Dopo la fase di stabilizzazione, le bande rimangono lisce ed intatte

Chiedete pure informazioni in merito!